Studio Legale   SanTaLex

Studio Legale Sandri & Taraldsen

SOSPENSIONE GREEN PASS ITALIANO

 

 

I fini di questa causa sono i seguenti:

 

- imporre che anche i vaccinati siano obbligatoriamente sottoposti al tampone, con le stesse modalità e tempistiche dei non vaccinati;

- far riconoscere come validi anche i tamponi salivari in kit;

- sospendere, fino a quando i tamponi non saranno imposti a tutti, l’obbligatorietà del greenpass, in quanto strumento di diffusione del contagio e foriero di un ingannevole senso di protezione.

 

Tutti i green pass si fondano su un falso scientifico: i vaccinati non contagiano o contagiano meno.

Una menzogna non può essere posta a fondamento di alcuna legge, soprattutto, quando essa determina una discriminazione tra cittadini fondata sulle loro legittime diverse scelte terapeutiche.

Il rischio di contagio in conseguenza dell’introduzione del green pass sussiste per tutti i cittadini, vaccinati e non vaccinati, in qualsiasi contesto.

La ripugnante discriminazione tra cittadini conseguente al green pass riluce in tutta la sua incongruente, contradditoria ingiustificatezza: è una discriminazione che favorisce il contagio che viola quindi l’articolo 191 del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea.

Profilo particolarmente grave, in questo contesto, è l’imposizione del greenpass sul lavoro.

Dal 15 ottobre, la coesistenza forzata, sul posto di lavoro, con cittadini vaccinati non soggetti a tampone significherà esporre tutti al contagio del virus SARS-CoV-2.

 

La causa è aperta indiscriminatamente a tutti coloro i quali sono stati colpiti in questi mesi dagli effetti dei citati decreti legge.

Verrà proposta con ricorso d’urgenza al Tribunale competente per territorio e sarà decisa entro pochissime settimane.

 

Si richiederà che gli assenti dal lavoro nei giorni che intercorrono tra il 15 ottobre e l’ordinanza del Tribunale, siano dichiarati assenti giustificati, per la necessaria applicazione del principio di precauzione.

In questo contesto, è essenziale comunicare al datore di lavoro che si è assenti perché si  ritiene la legge non conforme al diritto vigente.

 

Tutti coloro i quali hanno aderito alla causa vaccini green pass europeo e tamponi / (https://www.santalex.eu/causa-dl-green-pass) e/o greenpass scuola  (https://santalex.eu/obbligo-vaccinale-insegnanti )

possono partecipare gratuitamente all’azione. Essi devono tuttavia inviare la delega.

 

Chi non ha aderito a tali inziative può partecipare secondo le seguenti modalità:​

costi di adesione ammontano a 100,00 euro a persona.

Gli importi indicati coprono i costi di causa fino al 1° grado ed includono una quota di accantonamento, destinata a coprire gli eventuali costi di causa, anche in caso di soccombenza.

L’adesione per un eventuale futuro 2° grado di giudizio sarà su base volontaria.​​

 

 

COME ADERIRE:

Per aderire, è necessario inviare una e-mail cliccando qui (popolo.giustificati@gmail.com) in cui indicare:

- Nome

- Cognome

- Data e Luogo di nascita

- Residenza

- Codice Fiscale

- Numero di telefono

- E-mail​

 

 Alle stessa e-mail, bisogna allegare: ​

- Documento di identità (fronte e retro): Carta identità, carta identità elettronica, patente di guida o passaporto

- Codice fiscale/ tessera sanitaria (fronte e retro)

- il mandato, compilato e firmato (scarica qui     ) 

- Informativa privacy, compilata e firmata (scarica qui      )​

- Ricevuta di pagamento

Importante: i documenti devono essere allegati ed inviati attraverso un'unica e-mail.

CHI HA GIA' ADERITO ALLA CAUSA GREEN PASS e/o PER LA SCUOLA  DOVRA' INVIARE I DATI RICHIESTI, IL MANDATO E L'INFORMATIVA PRIVACY, MA NON IL PAGAMENTO DELLA QUOTA DI ADESIONE.

N.B. NON INVIARE E-MAIL DI ADESIONE ALLA CASELLA AVV.MAUROSANDRI@GMAIL.COM

 

Dati per il pagamento:
Bonifico SEPA (Europa senza commissioni)
Intestato a: Mauro Sandri 
IBAN: IT31P0200834830000102038717
BIC/SWIFT: TRWIBEB1XXX
Nome banca: Unicredit
Causale: "(Inserire il proprio Cognome e Nome)  - Ricorso obbligo vaccinale"

 

Per ulteriori chiarimenti, è importante prendere visione degli aggiornamenti dell’avv. Sandri sul canale Telegram: "Avv. Mauro Sandri": https://t.me/Avv_Mauro_Sandri_MODULI

Diversi video sono presenti anche su FB e Youtube.

Come creare un sito web con Flazio