Studio Legale   SanTaLex

Studio Legale Sandri & Taraldsen

CAUSA DI REVOCA DELLE AUTORIZZAZIONI AL COMMERCIO DEI VACCINI E CONTRO IL CERTIFICATO EU

+

CAUSA DI OPPOSIZIONE AL DL SUL GREEN PASS

 

La prima causa (CAUSA DI REVOCA DELLE AUTORIZZAZIONI AL COMMERCIO DEI VACCINI E CONTRO IL CERTIFICATO EU) viene radicata avanti alla Corte di Giustizia Europea con procedura di urgenza.  Si fonda sulla sussistenza di cure adeguate per il trattamento del Covid 19 e, quindi, sul venire meno del presupposto cardine della autorizzazione condizionata fino ad ora concessa alle case farmaceutiche. La causa inerisce ulteriormente la tesi che i vaccini in commercio non entrino nella cellula, e quindi che non abbiano la funzione per quale sono stati autorizzati.

Si prospetta altresì la tesi che, qualora effettivamente entrassero nella cellula, determinerebbero esiti nefasti del tutto inutili, in quanto inerenti soggetti in fasce di età esenti da ogni rischio legato al Covid-19.

L’iniziativa è finalizzata, altresì, ad evitare qualsivoglia effetto limitativo della libertà di circolazione e della libertà personale, richiedendo l’annullamento o la modifica del contenuto del certificato stesso, in conformità con l’indirizzo dettato dal Consiglio di Europa.

Possono aderire tutti i cittadini europei.

 

La seconda causa (CAUSA DI OPPOSIZIONE AL DL SUL GREEN PASS)  inerisce la opposizione al DL sul green pass. Il provvedimento deve essere impugnato, non solo dalle categorie apparentemente più penalizzate, quali ad esempio ristoratori e proprietari di discoteche, ma da tutti i cittadini italiani. Esso si sostanzia, infatti, nel pervenire alla discriminazione di decine di milioni di persone, fondata sulla violazione della libertà di scelta terapeutica garantita dalla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, dalla Carta dei diritti fondamentali dell'Unione Europea e dalla Carta Costituzionale e dalle Convenzioni Internazionali.

E’ necessario ottenere la sua sospensione immediata con procedura d’urgenza e poi svuotarlo di contenuto effettivo.

 

costi di adesione ammontano a 100,00 euro a persona, per aderire ad entrambe le cause.

Gli importi indicati coprono i costi di causa fino al 1° grado ed includono una quota di accantonamento, destinata a coprire gli eventuali costi di causa, anche in caso di soccombenza.

L’adesione per un eventuale futuro 2° grado di giudizio sarà su base volontaria.

NB: E’ necessario compilare e sottoscrivere entrambi i mandati, mentre è sufficiente inviare un solo modulo privacy firmato.

 

​NOTA IMPORTANTE: CHI SI TROVA IN STATO DI BISOGNO PUO' ADERIRE ALLA CAUSA CONTRO IL GREEN PASS SENZA CORRISPONDERE ALCUN CONTRIBUTO, oppure contribuendo in modo ridotto.             

Chi può, può contribuire in misura maggiore, come con il “caffè sospeso”, bella tradizione napoletana.                            

Lo scopo di richiedere un contributo per le cause è quello di creare un fondo che ammortizzi tutte le spese possibili, anche quelle di eventuale soccombenza. Vi sono persone generose che spesso contribuiscono oltre la richiesta, essendo quest’ultima veramente minima.
L’obiettivo che mi prefiggo, da sempre, è quello di far partecipare più persone possibili alle cause perché ho la convinzione che il Tribunale, investito da una massa d’urto, sia l’unico luogo dove si può rovesciare concretamente la situazione vista l’inconsistenza totale dell’opposizione politica. I Palamara esistono perché il popolo è assente dalla frequentazione della giustizia.

Tutti possono e devono partecipare, ed in particolare proprio coloro che ora sono in difficoltà, perché sono i primi ad essere vittime dell’ingiustizia “dell’affare covid”. Lo devono poter fare senza alcuna spesa.

 

COME ADERIRE:

Per aderire, è necessario inviare una e-mail cliccando qui (popolo.dpcm@gmail.com) in cui indicare:

- Nome

- Cognome

- Data e Luogo di nascita

- Residenza

- Codice Fiscale

- Numero di telefono

- E-mail​

 

 Alle stessa e-mail, bisogna allegare: ​

- Documento di identità (fronte e retro): Carta identità, carta identità elettronica, patente di guida o passaporto

- Codice fiscale/ tessera sanitaria (fronte e retro)

- i due mandati, compilati e firmati (scarica qui            .) 

- Informativa privacy, compilata e firmata (scarica qui      )​

- Ricevuta di pagamento

Importante: i documenti devono essere allegati ed inviati attraverso un'unica e-mail. Se il link (sopra non funziona, inviare la email a: popolo.dpcm@gmail.com

 

N.B. NON INVIARE E-MAIL ALLA CASELLA AVV.MAUROSANDRI@GMAIL.COM

 

Dati per il pagamento:
Bonifico SEPA (Europa senza commissioni)
Intestato a: Mauro Sandri 
IBAN: IT31P0200834830000102038717
BIC/SWIFT: TRWIBEB1XXX
Nome banca: Unicredit
Causale: "(Inserire il proprio Cognome e Nome)  -
RICORSI GREENPASS (EUROPEO E NAZIONALE) RICORSO EUROPEO VACCINI''

 

Per ulteriori chiarimenti, è importante prendere visione degli aggiornamenti dell’avv. Sandri sul canale Telegram: avv. Mauro Sandri: https://t.me/Avv_Mauro_Sandri_MODULI

Diversi video sono presenti anche su FB e Youtube.

 

Come creare un sito web con Flazio